SPEDIZIONE EXPRESS IN 24/48 ORE

Come scegliere la maschere da sci giusta? Occhio alle lenti

Quali sono le caratteristiche di una buona maschera da sci? Se sei arrivato fin qui è perché avrai sicuramente trovato tante maschere da sci online, di tutte le forme e colori, ma nessuna ancora ti convince davvero. Con questo articolo vogliamo darti alcune nozioni di base per scegliere una maschera che si adatti alle diverse situazioni in cui potresti trovarti in montagna, a partire dalle lenti.

Le lenti per maschere da sci ci stanno a cuore fin dall’inizio della storia di Outdoor Master. Sono state la nostra prima linea di prodotti e ci hanno fatto conoscere al mondo. 

Quali caratteristiche vanno confrontate?

Forma: 

Le lenti da sci possono essere cilindriche, sferiche o toriche. Le lenti cilindriche ci appaiono piatte al centro ed inclinate ai lati, mentre quelle sferiche invece sono piegati anche lungo l’asse verticale. Le prime offrono un campo visivo più corto, ma evitano le distorsioni che le lenti sferiche, per via della loro forma tipica, tendono a produrre più ci si allontana dal centro della lente. Queste ultime però offrono generalmente una visuale periferica superiore alle prime. Non c’è quindi una versione migliore ed una peggiore, dipende dal feeling che si ha con la lente, che varia in base alla conformazione dell’occhio. Torico, o toroidale, è un termine tecnico molto ricorrente in ottica, dove si usa per descrive lenti che posseggono le caratteristiche sia delle lenti cilindriche, che sferiche. Attingendo da entrambi i modelli, le lenti toriche attenuano e riducono i contro delle due tipologie precedenti, e di conseguenza tendo a piazzarsi su fasce di prezzo più alte.

Filtrazione raggi UV e Coefficiente VLT:

La lente, oltre a proteggere da eventuali detriti o dalle condizioni meteo, deve essere in grado di schermare lo sciatore dai raggi UV, visto che l’aria ad alta quota, essendo più rarefatta, tende a farne passare una quantità maggiore. Allo stesso tempo, è bene che la lente possa filtrare la quantità di luce che raggiunge la superficie dell’occhio, in modo da ridurne l’affaticamento dovuto al riverbero del sole sulla neve. Per quest’ultimo aspetto va controllato il coefficiente VLT (Visible Light Transmission), che deve sempre essere rapportato al momento della giornata in cui si scia: in pratica più è alto il coefficiente VLT, più lente è chiara, e di conseguenza maggiore sarà la luce che vi passa attraverso. È dunque buona prassi portarsi sempre almeno un cambio di lenti per meglio adattarsi ad ogni situazione. 

Tra i produttori di maschere da sci è comune dividere le lenti in categorie diverse proprio in base a questo valore, qui le trovi tutte, dalla più chiara alla più scura:

 

  • Categoria 0: VLT oltre 92%, perfette per sciare verso sera
  • Categoria 1: VLT 92% - 82%, perfette in caso di pioggia o neve
  • Categoria 2: VLT 82% - 67%, perfette in caso di cielo nuvoloso
  • Categoria 3: VLT 67% - 10%, perfette durante giornate di sole con cielo terso
  • Categoria 4: VLT fino a 10%,, perfette per le ore in cui il sole è più intenso

Colore:

Diciamola tutta, il colore della lente non serve solo a fartela piacere. Le colorazioni hanno un effetto diretto sul contrasto, la tua capacità di distinguere o meno colori intermedi nel paesaggio che hai davanti. Questo è molto importante per rilevare imperfezioni del terreno in momenti diversi della giornata: lenti chiare, gialle o rosa aiutano gli sciatori del tardo pomeriggio a distinguere le irregolarità del tracciato con poca luce. Le lenti verdi ti consentono miglior contrasto in situazioni di tempo incerto, con sole e nuvole. Lenti scure o specchiate migliorano la visibilità in caso di giornate di sole. Sottolineiamo però che il colore della lente non è il solo aspetto che determina il contrasto, questo dipende anche da come la lente è stata progettata.

Rivestimenti interni ed esterni:

Non se ne parla così spesso forse, ma per noi sono importanti... del resto chi guida una macchina senza sedili? Funzioni e trattamenti speciali tendono ad essere sempre più presenti nelle maschere da sci moderne. Il rivestimento antigraffio aumenta la durabilità della lente e ne preserva l’estetica. Il trattamento anti-appannaggio interno impedisce alla condensa di rimanere sulla lente.

Latest Stories

Questa sezione non include attualmente alcun contenuto. Aggiungi contenuti a questa sezione utilizzando la barra laterale.